cyberbullismo-spargere-veleno-attraverso-nuove-tecnologie

Solo un approccio pedagogico mirato può ridimensionare l'aggressività gratuita in favore del rispetto empatico e della tolleranza verso l'altro da sé.

approvata-legge-piccoli-comuni

Una legge che aiuterà l'Italia ad affrontare il futuro grazie alla forza di comunità e territori. Stanziati 100 milioni per il periodo che va dal 2017 al 2023 per le aree oggi in condizioni di maggior difficoltà.

0
0
0
s2sdefault

stati-generali-scuola-programmazione-SNAI

La scuola salverà le Madonie?

Si sono tenuti nello splendido Convento dei Padri Riformati, complesso architettonico risalente al 1655, gli stati generali delle scuole madonite ricadenti nell’area SNAI ( Strategia Nazionale Aree Interne).

0
0
0
s2sdefault

Cubo-Mercurio-Accademia-degli-Industriosi-Gangi

Iniziamo la pubblicazione, a puntate, della storia dell’Accademia degli Industriosi di Ganci e degli affreschi di Palazzo Bongiorno, “Dimora filosofale” a Gangi di Francesco Pinello.

PRIMA PUNTATA

 

  1. Data di nascita dell’accademia e fondatore.

0
0
0
s2sdefault
Crocifisso Frate Umile di Ferla chiesa Santa Maria di Gesù
Frate Umile da Petralia - Crocifisso Chiesa Santa Maria di Gesù - Ferla (Sr)

Negli ultimi tempi è notevolmente cresciuta l'attenzione di studiosi e appassionati verso i Crocifissi dei due frati scultori Umile, da Petralia Soprana, e Innocenzo, da Petralia Sottana. Il Gruppo degli appassionati di questo settore su Facebook , recentemente formato, vanta poco meno di mille iscritti, traguardo quasi impensabile per sostenitori di opere a prima vista di nicchia, ma in effetti molto popolari, specie nei posti dove esiste uno di questi capolavori. Sicuramente si sono meglio delineate le figure di queste due notevoli personalità artistiche della scultura lignea policroma del Seicento siciliano.

0
0
0
s2sdefault

veduta-dalla-chiesa-madre-palazzo-bongiorno-gangi

Nel Seicento, nella Sicilia del feudo, e più   specificatamente in quel di Gangi (Università sotto l’egida  feudale dei nobili  Graffeo e poi dei Valguarnera), una serie di famiglie   ne sostituirono altre al vertice della vita politica locale. Tra queste quella dei Bongiorno che assunse un ruolo importante anche nell’ambito culturale madonita.

Sull’ascesa economica e sociale di tale famiglia esistono numerosi riscontri[1]. Essa poteva avere avuto origini artigianali o medio” borghesi”, emergendo così in seno alla comunità locale tra i tanti Bongiorno presenti a Gangi in età moderna o essere originaria di altri paesi siciliani.

0
0
0
s2sdefault

donna-opera-di-gianfranco-provenzano

La parità dei sessi non esiste, neanche in Occidente. Finché esisteranno, nel linguaggio ordinario, parole con annessi significati celebrativi e dispregiativi non ci sarà parità perché il linguaggio è pensiero e viceversa.

Maschi e Femmine... sembra che l'opinione prevalente, in merito alle difficoltà relazionali fra i due universi, sia riassumibile nella differenza di linguaggio sussistente fra i suddetti.
Possibile, ma certamente riduttivo.

0
0
0
s2sdefault

planetario-isnello-GAL-Hassin

Il Centro Internazionale per le Scienze Astronomiche di Isnello sarà uno dei più avanzati d’Europa. Domenica 11 settembre l'inaugurazione.

Nelle Madonie il primo Parco Astronomico di importanza europea del Sud Italia. Il paese che ospita il GAL Hassin è Isnello, piccolo centro del palermitano all’interno del Parco delle Madonie. Domenica 11 settembre sarà festa grande nel paese, dominato dall’antico Casello, posto ai piedi del Monte Grotta Grande, che assieme al suo sindaco Pino Mogavero, dopo anni di attese e di impegno, vede la vittoria di una scommessa che è iniziata negli anni 70.

0
0
0
s2sdefault

Santa-Madre-Teresa-di-Calcutta-canonizzata-da-Papa-Francesco

"Beatam Teresiam de Calcutta Sanctam esse decernimus et definimus ac Sanctorum Catalogo adscribimus..." con queste parole Papa Francesco, il 4 settembre, ha proclamato Santa la suora definita dei poveri e dei bisognosi, Madre Teresa di Calcutta. Chi era questa donna al secolo Gonxha (Agnese) Bojaxhiu, nata il 26 agosto 1910 a Skopje (ex Jugoslavia) e morta il 5 settembre 1997.

0
0
0
s2sdefault

I volontari di Libera a Pentadattilo mentre incontrano un testimone di giustizia

Da Petralia Soprana a Pentedattilo di Melito Porto Salvo in Calabria.

La testimonianza di Chiara La Placa, una giovane ragazza che ha scelto di dedicare una settimana della sua estate all’impegno civile.

0
0
0
s2sdefault

Gli articoli sulla Sagra della Spiga di Gangi hanno chiamato in causa le Dee Madri. Aggiungiamo un contributo sulla storia di questa dea realizzato in Sardegna.

dee-madri-in-riferimento-sagra-della-spiga-di-gangiEsiste un filo conduttore che unisce i popoli neolitici che, con varie caratteristiche, è ancora fortemente presente nel sentimento religioso dell’uomo contemporaneo, ossia il culto della Dea Madre. La Sardegna, su questo tema, è perfettamente allineata con il resto del mondo. Le belle sculture Sarde trovano corrispondenze stilistiche e ideologiche nelle Cicladi, nella Sparta neolitica, a Malta, in Anatolia e nella penisola balcanica. Il culto della Grande Dea è legato all’opulenta cultura agricola del neolitico, quella considerata l’età dell’oro, come dimostrano le statuette grasse che rappresentano la divinità femminile nel suo ruolo di nutrice e portatrice di fertilità.

0
0
0
s2sdefault

archeoclub d'Italia sezione di gangiChiusa la III edizione della manifestazione “I giorni dell’arte e della storia” organizzata dalla sede di Gangi dell’associazione Archeoclub d’Italia (con sede in Roma e fondata nel 1971). All'appuntamento hanno collaborato un gruppo di artisti locali (“Essere Artisti a Gangi”). La manifestazione si è articolata in onferenze, mostre artistiche e fotografiche (curate da Giuseppe Scarpa dell’Archeoclub e da altri artisti ). Studiosi e docenti universitari hanno illustrato alcuni “Aspetti e tappe della storia dell’arte, sociale, istituzionale e religiosa sulle Madonie" (titolo del corso di storia locale che comunque proseguirà a Gangi nelle prossime settimane).Teatro degli incontri culturali è stata la splendida Chiesa settecentesca dell’Abbadia di Gangi ( elogiata anche dal grande erudito Amico nel XVIII secolo). Interessanti sono gli spunti emersi dagli incontri citati.

0
0
0
s2sdefault

Presentazione a Palazzo Pottino del catalogo su Frate Umile da Petralia Soprana

Nel catalogo “Frate Umile a Petralia Soprana. Il suo tempo i suoi luoghi” i saggi di Giuseppe Abbate e Giuseppe Fazio con l'introduzione di Francesco Andria

Un’altra pietra è stata posta per consolidare ancor di più la figura di Frate Umile. L’ufficializzazione e la relativa presentazione del volume “Frate Umile a Petralia. Il suo tempo i suoi luoghi”, è un altro contributo a favore della sensibilizzazione per le opere del grande scultore, figura di rilievo della Sicilia del primo seicento. La pubblicazione del volume fa parte del progetto di valorizzazione dell’artista direttamente promosso dall’assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana. All’appuntamento che si è tenuto nel Palazzo Pottino sono intervenuti il sindaco Pietro Macaluso, l’assessore alla cultura Rosario Lodico, il professore già docente dell’università di Palermo Francesco Andria, il professore già Direttore della galleria di Palazzo Abatellis Gioacchino Barbera e gli autori Giuseppe Abbate e Giuseppe Fazio.

0
0
0
s2sdefault

Culti religiosi dalla Preistoria all’età ellenistica e romana sull’ “Inesplorato” monte Alburchia e nella valle dell’Alto Salso

sagra della spiga

La Sagra della Spiga di Gangi ha salde radici storiche, al di là delle reinterpretazioni ed adattamenti coreografici e scenici contemporanei. Nasce nel secondo dopoguerra, ma si ispira ad un lontano "passato". Il tutto si ricollega alla ventata di passioni ed interessi suscitati dall’attenzione per l’archeologia di alcuni gangitani che contagiarono, negli anni Cinquanta e nei decenni seguenti del Ventesimo secolo, molti altri compaesani desiderosi di riscoprire le proprie lontane origini. Un processo culturale e conoscitivo che si innestava in un sostrato che affondava le proprie radici a diversi secoli addietro. Allorquando clero, uomini colti del mondo laico, le locali accademie facevano riferimento all’antica storia di Gangi identificando quest’ultima con la <<Engium>> o Engyon descritta da Plutarco, Diodoro Siculo e Cicerone.  Bisogna allora fare un viaggio nel tempo, naturalmente ideale, per comprendere tali dinamiche. Bisogna partire dalle radici materiali del sacro nell’antichità, dalla “struttura”, dall’economia e dalla società  di allora. Allora bisogna chiedersi:

0
0
0
s2sdefault